L'idea

Questo sito documenta un percorso sulla qualità della vita condiviso dalle amministrazioni comunali della Bassa Pianura, coordinate dalla Fondazione Cogeme Onlus. Tale progetto ricalca il percorso iniziato nel 2007 in Franciacorta (www.franciacortasostenibile.eu). L’idea alla base del percorso è quella di declinare la sostenibilità ambientale negli enti locali in un’ottica di governante territoriale, approfondendo i temi urbanistici, energetici ed ambientali. Il progetto “Pianura Sostenibile” nasce nel 2007 ed, in continua evoluzione, caratterizza l’impegno di un territorio anche nei nostri giorni.

Da gennaio 2016 il progetto "Pianura Sostenibile" è stato declinato come laboratorio territoriale per un’economia circolare.

Premessa, obiettivi e temi

PREMESSA

Fondazione Cogeme Onlus, nell’ambito delle sue attività di governance del territorio ha ideato nel 2008 un progetto finalizzato a declinare la sostenibilità ambientale nelle comunità locali: “Pianura Sostenibile”. L’obiettivo del progetto è stato quello di costruire un percorso a servizio delle Amministrazioni Comunali della Pianura Bresciana seguendo un analogo progetto iniziato l’anno precedente in Franciacorta (oggi ha portato ad un Piano Territoriale Regionale).  Dal 2008 ad oggi, Fondazione Cogeme ha eseguito molteplici attività di studio e monitoraggio, svolto approfondimenti importanti (Regione Lombardia ed ARPA in primis hanno sottolineato l’importanza di questi strumenti), analisi (acque irrigue, micro filiera energetica, patto dei sindaci…), relazioni certificate, proposte concrete. L’attività del progetto ha permesso di sensibilizzare le Amministrazioni e la popolazione sulle tematiche ambientali, fornendo spunti notevoli a servizio delle politiche di salvaguardia del territorio e degli obiettivi da attuare nei piani di Governo del territorio comunali.

Con questo programma triennale, Fondazione Cogeme prevede di proseguire il progetto cercando di sviluppare una visione più globale del territorio della Pianura Bresciana, coinvolgendo anche i comuni limitrofi non aderenti alla precedente fase, come un “laboratorio” caratterizzato dal tema dell’economia circolare, un nuovo modo per declinare la qualità della vita e lo sviluppo del territorio.

OBIETTIVI

Il Programma si prefigge i seguenti obiettivi:

  • VISIONE TERRITORIALE, favorire una visione territoriale di area vasta pur nelle specificità locali per avviare progetti condivisi e di “area vasta”
  • CONOSCENZA DEL TERRITORIO, garantire un monitoraggio costante e sistematico in grado di orientare correttamente le politiche territoriali proseguendo nella costruzione di una base dati locale sullo stato dell’ambiente
  • FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE, possibilità da parte delle Amministrazioni di avanzare proposte per specifici approfondimenti tematici oltre alla sensibilizzazione dei cittadini
  • ACCESSO A FINANZIAMENTI, possibilità di accompagnare le Amministrazione per supportare l’accesso a finanziamenti (Regionali, Europei…)
  • INNOVAZIONE, approfondire nel territorio della pianura alcuni nuovi temi che la Comunità europea sta proponendo a partire dal tema dell’economia circolare, cambiamenti climatici, smart country…

TEMI

Gli approfondimenti riguarderanno i seguenti temi:

  • URBANISTICO-AMBIENTALE, analisi delle espansioni previste dai PGT, raccolta degli indicatori ambientali, aggiornamenti legislativi (a partire dalla legge 31/2014 sul consumo di suolo…), avvio di una politica del riuso e riutilizzo
  • ENERGETICO, analisi dei PAES (Patto dei Sindaci) e monitoraggio degli stessi in un’ottica di area vasta con l’obiettivo di favorire azioni comuni concrete (distretto energetico)
  • CAMBIAMENTI CLIMATICI, analisi del “Mayors Adapt” della Comunità Europea
  • SMART COUNTRY, analisi degli strumenti “intelligenti” di cui le Amministrazione potrebbero dotarsi