L'idea

Fondazione Cogeme, raccogliendo le istanze degli enti locali, ha deciso di avviare un monitoraggio itinerante della qualità dell’aria nei Comuni aderenti al progetto. La misura della qualità dell’aria è utile per garantire la tutela della salute della popolazione e la protezione degli ecosistemi. La legislazione italiana, costruita sulla base della direttiva europea Direttiva 08/50/CE recepita dal D.Lgs. 155/10 definisce che le Regioni sono l’autorità competente in questo campo, e prevede la suddivisione del territorio in zone e agglomerati sui quali valutare il rispetto dei valori obiettivo e dei valori limite. La zonizzazione deve essere rivista almeno ogni 5 anni. Il D. Lgs. 155/10 ha rivisto i criteri attraverso i quali realizzare la zonizzazione ai fini della valutazione della qualità dell’aria. Regione Lombardia con D.g.r. n. 2605 del 30 novembre 2011 ha recepito quanto previsto.

In particolare dal 2012 al 2015 sono stati monitorati in circa 30 punti sul territorio ed i seguenti indicatori:

-Meteorologici

-Particolato respirabile (PM10)

-Particolato fine (PM2.5)

-Biossidi di azoto (NO2)

-Ozono (O3)

-Benzene

Nei numerosi incontri pubblici e nelle pagine dei singoli Comuni sono presenti le singole relazioni di monitoraggio. A partire dal 2016 Fondazione Cogeme Onlus ha avviato un dialogo stretto con ARPA Lombardia per approfondire e collaborare in stretta sinergia sul tema.

Per maggiori informazioni visita il sito dell’ARPA LOMBARDIA SULLA QUALITA’ DELL’ARIA